Attrazioni Storiche in Agordino

Agordino Dolomiti

Agordino: Un Museo a cielo aperto

Attrazioni storiche e culturali del Cuore delle Dolomiti 

 

L’Agordino è, a dispetto delle apparenze, un luogo dalla ricca storia. Abitato quasi certamente in pianta stabile dal VI Secolo d.C., quando ebbe inizio lo sfruttamento organizzato dei giacimenti minerali di Val Imperina; la storia mineraria della vallata interessa poi anche un altro centro minerario, quello di Vallalta. Andando ancora più a ritroso, l’abitante più antico della zona al momento è l’Om de Mondeval, un cacciatore-raccoglitore del Mesolitico rinvenuto sull’altopiano di Mondeval e conservato al Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta”.

 

Storia dell'Agordino

Castello di Andraz – Schloss Buchenstein, antico maniero tirolese in Agordino

La prima chiesa della zona potrebbe essere la chiesa di San Simon a Vallada Agordina, tradizionalmente fondata dal centurione romano Celentone nel VI o nell’ VIII Secolo d.C.. Nel Medioevo sorgevano in Agordino diversi castelli, come quello degli Avoscani o quello della famiglia Sommavilla, ma l’unico che è rimasto a testimoniarci quel periodo è il Castello di Andraz a Livinallongo del Col di Lana. Del periodo veneziano rimane, oltre ai due centri minerari succitati, l’interessante villaggio di Bramezza, in cui si dice che la Serenissima confinasse i prigionieri ottomani. La Grande Guerra colpì poi duramente tutto l’agordino, ed in particolar modo la zona della Marmolada e di Livinallongo.

Complesso di gallerie della Grande Guerra sul Monte Celo

L’Agordino è forte nella sua capacità di sapersi organizzare, come testimonia l’opera di Don Antonio della Lucia ed il Museo della Latteria di Feder. Terra di grande tradizione artigianale, il Basso Agordino è noto per la professione del seggiolaio e per il mestiere di Perito Minerario; l’Agordino è poi terra natia di un papa, Giovanni Paolo I. Queste e molte altre attrazioni storiche e culturali vi aspettano in Agordino, il Cuore delle Dolomiti! Qui di seguito un elenco con le principali attrazioni del territorio; clicca sulla voce per visitare la sezione dedicata.

Storia dell'Agordino

La Toresela di Agordo

Agordino Dolomiti

Elenco delle attrazioni storiche in Agordino

Clicca sulla voce per accedere alla pagina dedicata

 

Storia dell’Agordino – Sunto

L’Agordino e la Grande Guerra

Carbonai & Pojàt in Agordino

Casa delle Regole di Canale d’Agordo

Casermetta di Forcella Moschesin

Castello di Andraz

Centro Minerario di Val Imperina

Centro Multimediale Carlo Delcroix

Cesa de Jan a Colle Santa Lucia

Chiesa della Beata Vergine della Salute a Caviola (Falcade)

Chiesa di San Lucano in Valle di San Lucano

Chiesa di San Sebastiano a Falcade Alto

Chiesa Monumentale di San Simon

Chiesa di Santa Fosca a Selva di Cadore

Conthe & Careghete

Don Antonio della Lucia

El Broi di Agordo

Forte della Tagliata di San Martino

Forte di Peden

Forte La Corte

Istitut Cultural Ladin Cesa de Jan

L’Om de Mondeval e Vittorino Cazzetta

Grande Guerra in Marmolada

Miniere del Fursil

Miniere di Vallalta

Museo Augusto Murer

Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta”

Museo della Latteria di Feder

Museo di Papa Giovanni Paolo I

Museo degli Scalpellini a Cencenighe Agordino

Museo di Storia, Usi, Costumi e Tradizione della Gente Ladina

Museo Etnografico e del Seggiolaio di Gosaldo

Museo Etnografico dei Seggiolai “I Careghete” di Rivamonte Agordino

Museo Etnografico di La Valle Agordina

Museo Etnografico di Taibon Agordino

Museo Mineralogico e Paleontologico di Agordo

Palazzo Crotta – De’ Manzoni di Agordo

Sacrario Militare Germanico a Livinallongo

Sacrario Militare di Pian di Salesei a Livinallongo

Sass del Userta e Sass de le Cros a Taibon Agordino

Scuola Mineraria di Agordo

Somaselva (vile di L’Andria e Toffol a Selva di Cadore)

Sottoguda (Borghi più Belli d’Italia)

La Toresela di Agordo

La Valle con i Santi alle Finestre

Il Vaticano di San Tomaso Agordino

Villaggio di Bramezza

Vai a: Attrazioni naturali in Agordino

Vai a: Le Dolomiti in Agordino

Vai a: Località

I commenti sono chiusi.