Le Dolomiti

Agordino Dolomiti

Dolomiti

La magia dei Monti Pallidi in Agordino

 

 

L’Agordino è un territorio dolomitico collocato istituzionalmente in Provincia di Belluno nella Regione Veneto. L’Agordino è soprannominato “Cuore delle Dolomiti” data la sua posizione centrale sia nel contesto della classificazione Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO sia nell’ambito della Classificazione Internazionale Alpina SOIUSA, come è facile osservare nella mappa riportata qui sotto. L’Agordino confina con Primiero e Val di Fassa (Trentino) e Val Badia (Südtirol), con l’Ampezzano, la Val di Zoldo, la Valbelluna (Provincia di Belluno). In questo affascinante angolo delle Alpi Italiane è possibile ritrovarsi attorniati dalle maestose cime del Patrimonio Dolomiti UNESCO a 360 gradi e godersi l’impressionante bellezza dei Monti Pallidi nella loro forma più pura e meno commerciale.

 

Agordino Dolomiti

Civetta

Pale di San Martino

La Gusela, simbolo del Passo Giau

Ra Gusela, simbolo del Passo Giau

Marmolada e Fop dalle Cime d’Auta

El Cor e il Monte Agner

In Agordino, gli ospiti possono ammirare un numero incredibile di magnifiche cime delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO: ben 4 dei 9 sistemi ufficiali riconosciuti e tutelati dalla Fondazione UNESCO Dolomiti si trovano infatti parzialmente od interamente nella Valle del Cordevole, ovvero:

 

  1. Sistema Pelmo – Croda da Lago (1): il primo dei 9 sistemi del Patrimonio UNESCO Dolomiti si trova interamente nella Provincia di Belluno tra le valli Val Fiorentina (Selva di CadoreColle Santa Lucia) in Agordino e la valle di Cortina d’Ampezzo. Il Pelmo (3168 m) e la Croda da Lago (2709) sono le montagne più rappresentative di questo sistema.
  2. Sistema Marmolada (2): il secondo sistema UNESCO Dolomiti è diviso tra la Provincia di Belluno (Rocca Pietore) ed il Trentino (Val di Fassa). La montagna più rappresentativa della zona è certamente la Marmolada, la “Regina delle Dolomiti”, con i suoi 3343 m d’altitudine. Questo gruppo si può ammirare in Agordino da Rocca Pietore e da vari rilievi della Val Biois (Canale d’Agordo, Falcade e Vallada Agordina) sempre del Gruppo della Marmolada (Piz Zorlet, Sasso Bianco, Cime di Pezza, Catena dell’Auta). Anche da diversi punti della Conca Agordina si può osservare la poderosa parete sud della Marmolada, teatro di epiche imprese alpinistiche.
  3. Sistema Pale di San Martino, San Lucano, Vette Feltrine e Dolomiti Bellunesi (3): sistema posizionato quasi interamente nella Provincia di Belluno (sul versante trentino le Pale di San Martino ornano magnificamente il Primiero e la Val di Fiemme), le cui cime interessano Conca Agordina e Val Biois. Le montagne più rappresentative di questa zona sono il Civetta (3220 m), il Focobon (3054), le Pale di San Lucano e l’Agner (2790 m). Le cime del terzo sistema UNESCO Dolomiti possono essere ammirate nella Conca Agordina (Agordo, La Valle Agordina, Taibon Agordino, Rivamonte Agordino, Gosaldo e Voltago Agordino), in Val Biois (Vallada Agordina, Canale d’Agordo, Cencenighe Agordino e Falcade) ed in Val Cordevole (Alleghe e San Tomaso Agordino).
  4. Sistema Dolomiti Settentrionali (5): si tratta del sistema che include le montagne simbolo delle Dolomiti per eccellenza, ovvero le Tre Cime di Lavaredo; il sistema Dolomiti Settentrionali è il più vasto del Patrimonio UNESCO ed è diviso tra le Province di Belluno e Bolzano. Questo sistema si può ammirare in Agordino nel Comune di Livinallongo del Col di Lana e nella zona del Passo Falzarego, con cime come Settsass, Sass de Stria, Sella.

 

Le Dolomiti in dettaglio – Clicca qui

 

Focobon

Focobon

Civetta

Civetta

Moiazza

Pelmo

Ne consegue che, dal punto di vista del patrimonio montano, l’Agordino è senza dubbio una delle zone più ricche dell’intero sistema Dolomiti, incluse le Province di Trento e Bolzano; assieme alle vicine zone dell’Ampezzano, dello Zoldano, del Cadore, del Comelico e del Basso Bellunese, la Provincia di Belluno offre ai turisti il 46 % dell’intero territorio dolomitico (a fronte del 24% della Provincia di Bolzano, il 13% della Provincia di Pordenone, il 12% della Provincia di Trento ed il 5% della Provincia di Udine – DATI DELLA FONDAZIONE UNESCO DOLOMITI). Un vero paradiso per gli amanti della montagna, della tranquillità, della bellezza della natura.

 

cropped-agordino-dolomiti-header-16.jpg

Dove si trovano le Dolomiti? 

 

In questa mappa, attinta da Wikipedia [clicca qui per visitare la pagina originale] ed opportunamente modificata da noi si vede bene dove sia collocato l’Agordino nel contesto delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO e come siano distribuiti i gruppi del Patrimonio Naturale UNESCO:

Dolomiten

In giallo/arancione sono evidenziate le zone Patrimonio riconosciute dall’UNESCO, in verde il nucleo delle Dolomiti secondo la Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino; in rosa sono mostrate le zone di presenza della dolomia; con il nostro simbolo abbiamo evidenziato dov’è l’Agordino in questa mappa. Da notare che l’Agordino risulta collocato centralmente sia nel contesto delle zona Patrimonio UNESCO sia nel contesto della Classificazione SOIUSA.

 

Pale di San Martino in Val d’Angheraz

Conca Agordina

Agner

Cime d’Auta

Agner

Agner

Agner, Pale di San Lucano, Marmolada, Pelsa, Framont e Moiazza sulla Conca Agordina

Agner, Pale di San Lucano, Marmolada, Cime di Pezza e Piz Zorlet, Pelsa, Framont e Moiazza sulla Conca Agordina

Settsass

Bus de le Neole sui Monti del Sole

Bus de le Neole sui Monti del Sole

Pelsa, Civetta e Moiazza da Cima Pape

Pelsa, Civetta e Moiazza da Cima Pape

Monte Celo e Monti del Sole da Agordo

Monte Celo, Feruch e Monti del Sole ad Agordo

Pale di San Lucano da Taibon

Pale di San Lucano dalla Valle di San Lucano (Taibon Agordino)

Vai a: Le Dolomiti in Agordino

Vai a: Valli dell’Agordino

Vai a: Località dell’Agordino

I commenti sono chiusi