Dal Cuore delle Dolomiti
Agordino Dolomiti
Val Fiorentina (Dolomiti)

Val Fiorentina (Dolomiti)

Agordino Dolomiti

Val Fiorentina

(Selva di Cadore, Colle Santa Lucia)

La Val Fiorentina è una delle 7 meravigliose Valli dell’Agordino in Provincia di Belluno, Regione Veneto, collocata in posizione centrale nel contesto delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO.

 

Il toponimo (e marchio turistico) Val Fiorentina indica a grandi linee il territorio del Comune di  Selva di Cadore e parte di quello del contiguo Comune di Colle Santa Lucia, con qualche territorio appartenente ai vicini Comuni cadorini di San Vito di Cadore e Borca di Cadore.

Pelmo in autunno
Val Fiorentina
Val Fiorentina
Posizione della Val Fiorentina nel territorio Agordino

 

Val Fiorentina | Il territorio

La Val Fiorentina è una delle sette valli che compone il territorio Agordino; è identificata dal corso del Torrente Fiorentina che confluisce nel Cordevole all’altezza dell’abitato di Caprile (Comune di Alleghe).

La Val Fiorentina è circondata da alcune delle cime più famose delle Dolomiti Patrimonio UNESCO: il Pelmo, potente simbolo della valle (nonché della contigua Val di Zoldo e dei Comuni cadorini che sorgono ai suoi piedi), che delimita la valle da sud (sistema Dolomiti UNESCO n. 1 Pelmo – Croda da Lago). Il Civetta che chiude la valle ad est (sistema Dolomiti UNESCO n.3 Pale di San martino), il gruppo del Cernera, Verdal, Mondeval e Piz del Corvo che la chiudono separandola dall’altopiano di Mondeval (sistema Dolomiti UNESCO n. 1 Pelmo – Croda da Lago).

La Val Fiorentina si colloca pertanto in un meraviglioso contesto naturale a cavallo fra i sistemi 1 e 3 delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO. In lontanza domina la maestosa Marmolada (Sistema Dolomiti UNESCO n. 2 Marmolada) e le cime delle Dolomiti Settentrionali (sistema Dolomiti UNESCO n. 5).

Il Passo Staulanza divide la Val Fiorentina da Palafavera e dalla Val di Zoldo, con le quali la Val Fiorentina ed Alleghe condividono il comprensorio sciistico Ski Civetta, 12° area del Dolomiti Superski. Il Passo Giau separa invece la Val Fiorentina da Cortina d’Ampezzo.

Chiesa di Santa Lucia e Monte Pelmo
Chiesa di San Lorenzo e Monte Pelmo
La Val Fiorentina da Colle Santa Lucia
La Val Fiorentina da Colle Santa Lucia
Monte Pelmo e Val Fiorentina
Monte Pelmo e Val Fiorentina

Val Fiorentina | Attrazioni Storiche e Culturali

Oltre che per la bellezza del paesaggio, ricco di cime delle Dolomiti UNESCO, verdi declivi ed ameni corsi d’acqua, la Val Fiorentina è famosa per le tracce del passato che custodisce. Il centro maggiormente abitato della Val Fiorentina è Selva di Cadore, Comune alto Agordino composto da diversi agglomerati urbani (vile) sparsi lungo la valle. Sul versante opposto della valle scavata dal Torrente Codalonga sorge l’altro centro abitato, ovvero Colle Santa Lucia.

Nonostante la vicinanza, la storia di questi due splendidi Comuni Agordini li ha visti per lungo tempo separati da confini statali: Colle Santa Lucia in Ladinia (Austro-Ungheria fino alla Grande Guerra); Selva di Cadore invece, pur inclusa geograficamente nell’Agordino, fu da sempre legata alle Regole del Cadore, come testimonia ancora oggi il toponimo del Comune.

La Val Fiorentina e Selva di Cadore con Pelmo sullo sfondo
La Val Fiorentina e Selva di Cadore con Pelmo sullo sfondo

Per approfondire, visita Storia dell’Agordino (clicca qui).

 

Sull’origine del termine “Fiorentina” ci sono molte teorie e dicerie, alcune molto divertenti: tra le più verosimili, si tratterebbe di un toponimo legato alla produzione di carbone per l’industria mineraria, ma a noi piace la versione più romantica, ovvero quella che vede l’origine del nome in una nobildonna Cadorina del Trecento.

Val Fiorentina nelle Dolomiti UNESCO
Mondeval de Sora

Gli Ospiti della Val Fiorentina hanno a disposizione molte attrazioni di interesse storico e culturale.

Tra quelle che piacciono di più alle famiglie ci sono sicuramente le oltre impronte di dinosauro ai piedi del Monte Pelmetto. Il grande masso presenta oltre 200 impronte che piccoli dinosauri hanno lasciato sul bagnasciuga milioni di anni fa; uno spettacolo per famiglie, da visitare con un’escursione appagante da Selva di Cadore o da Palafavera. Gli Ospiti meno sportivi trovano invece il calco della superficie del masso presso il Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta”.

La roccia con le impronte di dinosauro al Pelmetto

Gli appassionati di archeologia e paleontologia trovano in Val Fiorentina alcuni dei siti e dei reperti più interessanti delle Dolomiti UNESCO.

In primis l’Om de Mondeval, per gli amici Valmo, un cacciatore-raccoglitore sepolto 7500 anni fa nella spettacolare località di Mondeval de Sora. Il luogo di sepoltura del nostro Antenato è una validissima meta escursionistica e offre alcuni dei paseaggi più impressionanti e rappresentativi dei Monti Pallidi.

Luogo di sepoltura de l’Om de Mondeval

Una bella escursione dai borghi di Somaselva porta gli Ospiti al sito neolitico di Mandriz, un altro interessante sito di interesse archeologico della Val Fiorentina. Si tratta di un riparo del Neolitico dal quale è stato possibile recuperare alcuni reperti; un pannello informativo presente in loco ne spiega esaustivamente la storia, mentre per approfondire l’argomento si può partecipare ad un’escursione al Sito di Mandriz organizzata dalla Pro Loco Val Fiorentina (solo in estate; consulta il calendario eventi) e naturalmente visitare il Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta”.

Val Fiorentina archeologia
Sito Neolitico di Mandriz

A Selva di Cadore è possibile visitare con le uscite organizzate dalla Pro Loco Val Fiorentina (per informazioni, consulta il calendario eventi) il Tunnel Medievale di Solator, un antico cunicolo di collegamento del maniero che un tempo sorgeva qui. Un’occasione imperdibile per fare un tuffo nel Medioevo delle Dolomiti!

Ovunque, questa meravigliosa valle dolomitica ci restituisce preziosissime testimonianze del passato delle Dolomiti UNESCO, una responsabilità che il prestigioso Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta” si assume da anni con grande dedizione e con ottimi risultati. Si tratta di un museo tra i più importanti delle Dolomiti UNESCO, assolutamente da visitare.

Per approfondire, visita Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta” (clicca qui).

Val Fiorentina storia
Museo Civico della Val Fiorentina “Vittorino Cazzetta”

Un’altra meravigliosa attrazione turistica, storica e culturale della Val Fiorentina è costituita dalle vile storiche di Somaselva, oggetto di recenti lavori di valorizzazione.

Val Fiorentina Storia e Cultura delle Dolomiti
Somaselva

Si tratta di antichissimi (e molto suggestivi) abitati veneto-cadorini, pressoché intatti, tra i quali i Visitatori del luogo hanno l’occasione di gironzolare liberamente; mulini (tra cui lo splendido Mulino dei Padre, visitabile e funzionante > per informazioni, consulta il calendario eventi), chiesette e capitelli, antiche abitazioni, stalle e fienili sono ben visibili lungo un percorso mappato e descritto di 40 tappe. Un luogo meraviglioso per una mezza giornata in famiglia alla scoperta della storia dell’uomo tra le imponenti cime dolomitiche, assolutamente da non perdere.

Per approfondire, visita Somaselva (clicca qui).

 
Val Fiorentina\
Mulino dei Padre

A Colle Santa Lucia sono visitabili le Miniere del Fursil, importante centro minerario delle Dolomiti UNESCO. L’area è stata oggetto molto recentemente di importanti lavori di valorizzazione e recupero, mentre la gestione è curata dalla Pro Loco Colle Santa Lucia e dall’Istitut Ladin Cultural Cesa de Jan.

Leggi di più sulle Miniere del Fursil

Palazzo Chizzali-Bonfadini (Cesa de Jan) a Colle Santa Lucia
Palazzo Chizzali-Bonfadini (Cesa de Jan) a Colle Santa Lucia

 

Val Fiorentina | Sport & Turismo

 

La Val Fiorentina è una località dolomitica di primo rilievo, la cui ricchezza di cime è il primo e più valido biglietto da visita. Meta di transito della famosissima Alta Via delle Dolomiti 1 Braies – Belluno, la Val Fiorentina è ricchissima di meravigliosi sentieri escursionistici, risorse alpinistiche e panorami incredibili (si pensi ad esempio al Passo Giau).

Il ridottissimo impatto umano sulla zona assicura una piena ed intima fruizione del bene dolomitico, caratteristica comune alle zone bellunesi delle Dolomiti e punto di forza delle stesse. Rifugi alpini, malghe, casere e baite, sentieri adatti alla mountain bike  dolomitiche completano un’offerta estiva di primaria rilevanza.

Le Aree Sportive a Santa Fosca sono uno dei luoghi più amati dalle famiglie che vogliono passare una tranquilla giornata immersi nel verde in un posto sicuro e divertente; gli appassionati di fotografia e social possono sbizzarrirsi col Passo Giau e l’amatissimo Lago delle Baste, lo splendido centro storico di Colle Santa Lucia, la chiesetta alpina di Santa Fosca, l’impressionante Passo Staulanza e molte altre splendide attrazioni dolomitiche.

La stagione invernale in valle è invece dominata dallo sci alpino: il bellissimo comprensorio sciistico dello Ski Civetta (Dolomiti Superski) ed il Giro Sciistico della Grande Guerra 1915-18 richiama in valle un dinamico e variegato flusso di sciatori Europei e non solo. Gli impianti di risalita della Val Fiorentina sono inoltre solitamente aperti anche da giugno a settembre, permettendo facilmente alle famiglie ed agli amanti della mountainbike l’accesso all’area in quota della ski area senza sforzo ed in pochi minuti.

 
Val Fiorentina
Colla Santa Lucia e Monte Pelmo

Monumenti storici & luoghi d’interesse:

Spazi museali:

 

Altre attrazioni:

 

 

Val Fiorentina
Strada da la Vena
Chiesa di Santa Fosca
Chiesa di Santa Fosca

Informazioni turistiche:

Pro Loco Val Fiorentina Tel. +39 (0)437 720243 info@valfiorentina.it

Pro Loco Colle Santa Lucia Tel. +39 (0)437 720007 info@collesantalucia.eu

Val Fiorentina
Sepoltura di Vamo a Mondeval

Vai a: Valli dell’Agordino

Views: 76